Il gel igienizzante per le mani è, ormai, un nostro inseparabile compagno: ovunque si vada, qualsiasi cosa si tocchi, rinunciare a disinfettare le mani è impossibile. Queste soluzioni gel a base di alcol (per circa il 70%) sono molto importanti per prevenire i contagi del SARS-CoV-2, ma un loro uso eccessivo, senza prestare la dovuta attenzione, può anche avere conseguenze non proprio salutari.

Ad esempio: sebbene il mantra “non toccare MAI gli occhi con le mani sporche” sia noto a tutti, potrebbe comunque capitare che, dopo l’igienizzazione – via gel – delle mani, ci si stropicci le palpebre. Risultato? A lungo andare, potrebbero non mancare danni alla salute visiva.

Gel igienizzanti e contatto con gli occhi: aumentano i casi di danni alla vista

Il contatto tra i gel a base di alcol e gli occhi – in primis tra i bambini, a volte meno attenti – potrebbe causare danni al sistema visivo. A sostenerlo, uno studio francese – pubblicato su Jama Ophthalmology – che ha valutato i dati provenienti dai Centri Antiveleni e dalla Fondazione Adolphe de Rothschild, ospedale pediatrico a Parigi.

Si è notato che, per tutto il 2020, c’è stato un aumento di 7 volte in più di casi di irritazione oculare post-esposizione a soluzioni alcoliche nei più piccoli (dopo la disinfezione delle mani).

Le conseguenze?

Diversi bambini, in particolare, hanno manifestato ulcera corneale e/o congiuntivale e la metà di loro ha avuto disturbi anche alla superficie corneale. Due casi più gravi, poi, hanno avuto bisogno di un intervento chirurgico per il trapianto di membrana amniotica.

A creare tali disturbi, in particolare, l’azione distruttiva dell’etanolo e dell’isopropanolo (in alte concentrazioni) sulle cellule corneali.

In tutti i paesi – affermano i ricercatori – è richiesta cautela nel posizionare gli erogatori in luoghi pubblici, oltre a illustrazioni informative che sottolineino il rischio di esposizioni involontarie nei bambini, per prevenire ulteriori gravi lesioni oculari”.

Cosa fare, quindi, se il disinfettante per le mani viene a contatto con gli occhi?

In primis, se il disinfettante entra in contatto con gli occhi, è bene sciacquare accuratamente gli occhi con acqua tiepida, continuando per almeno 10 minuti, in modo da eliminare il più possibile la presenza di alcool dalle membrane mucose nelle palpebre.

Se gli occhi presentano arrossamento e irritazione per molto tempo, il consiglio è di rivolgersi a uno specialista in oculistica, che potrà valutare l’eventuale presenza di danni e indicare la migliore soluzione terapeutica.

Fonte articolo 

CategoryNews, Oculistica

© 2019 - Sorimed SRL