Si occupa dei problemi che interessano il tratto urinario (maschile e femminile) e l’apparato riproduttivo maschile. È errato pensare che dall’urologo si debbano rivolgere solo persone anziane. In realtà non è così.

Elenco dei nostri trattamenti

Visita di controllo

Informazioni e consigli utili

La visita urologica serve per monitorare disturbi come: incontinenza, infezioni e calcolosi delle vie urinarie, disturbi legati alle funzioni sessuali, neoplasie, infezioni genitali maschili e femminili e prostatiti nei pazienti maschi. Per questi ultimi è consigliabile eseguire la prima visita a 20 anni, per verificare che lo sviluppo sessuale sia corretto, mentre dopo i 54 anni bisognerebbe sottoporsi a visita specialistica almeno ogni due anni per monitorare eventuali problematiche legate alla prostata.

È un’indagine specialistica non invasiva e non dolorosa che viene richiesta dal medico quando il paziente accusa disturbi legati alle vie urinarie, agli organi genitali.

Questo tipo di analisi aiuta lo specialista a verificare la presenza di patologie legate al sistema urinario: infezioni, calcolosi, difficoltà nella minzione, tumori della prostata, prostatiti, disfunzioni

erettili e riproduttive, infertilità.

I sintomi da non sottovalutare, e che in genere indicano problemi a carico del sistema urinario e dell’apparato riproduttivo, sono: presenza di sangue nelle urine, minzione frequente con annesso, dolori renali, calo del desiderio, difficoltà erettile.

Per avere un quadro clinico più esauriente, spesso la visita urologica è completata da altre analisi, e questo vale sia per gli uomini che per le donne (per le quali la visita è molto simile a quella ginecologica).

Prenota il tuo appuntamento: